Fino al primo maggio 2011 al Palazzo Pretorio di Figline Valdarno la mostra fotografica “Terra da vivere. Figline Valdarno nelle immagini di Gianni Berengo Gardin”.

L a mostra documenta , a distanza di trent’anni dal lavoro di un altro grande fotografo,Paolo Monti, di cui Berengo Gardin è stato allievo, la realtà figlinese e i cambiamenti avvenuti nel periodo intercorso.

Organizzata in occasione dell’anniversario di trenta anni della fondazione del Circolo Fotografico Arno di Figline, la mostra raccoglie 40 scatti di paesaggi figlinesi e dei suoi abitanti.

Come sottolineato dal sindaco Nocentini nel corso della inaugurazione ,è proprio grazie all’entusiasmo  dei componenti del circolo, uno dei più noti del panorama nazionale, che è stato possibile coinvolgere Gianni Berengo Gardin in questo progetto.

Considerato uno dei fotografi viventi più rappresentativi  a livello mondiale, Berengo Gardin attraverso le sue immagini  fornisce un’immagine di Figline articolata , facendo emergere una forte identità non solo paesaggistica ma con risvolti sociali. L’obiettivo del fotografo  scandaglia le varie sfaccettature di una comunità, i volti dei suoi  abitanti, da  sempre residenti o arrivati da poco , di quelli impegnati nel sociale, nel turismo  o nello sport.

Abbiamo chiesto al Maestro Berengo Gardin le sue impressioni sul progetto :

Mi ha fatto molto piacere ritornare in un posto che è già stato fotografato da un amico e da un maestro.  E’ stata un’esperienza interessante perché abbiamo fotografato sia il paesaggio fuori dalla  città sia in città e soprattutto, per me che sono abituato a fare  reportage, i cittadini.

Perché da tutta la vita questa  predilezione per il bianco e nero?

Perché penso che per il mio tipo di lavoro il bianco e nero sia molto più efficace del colore.

Il colore distrae chi fotografa e chi guarda . Succede spesso che si fotografa il colore e non il soggetto. Quindi … il bianco e nero. Almeno la gente che vede le fotografie cerca di capire cosa voleva dire quel fotografo .

La mostra “Terra da vivere. Figline Valdarno nelle immagini di Gianni Berengo Gardin”, resterà aperta al Palazzo Pretorio , Piazza San Francesco, Figline Valdarno (FI) fino al 1 maggio, con il seguente orario: 9-13 e 15-18.30 sia feriali che festivi .

Ingresso libero

Maya Ungar