Al centro di mille polemiche per mesi, la piscina di Montevarchi dal 4 al 18 settembre resterà chiusa per manutenzione.

di ANDREA CALCINAI

E’ sempre stata argomento di discussione la piscina comunale di Montevarchi, prima per la gestione e adesso anche per delle carenze strutturali ma entro la fine di settembre o al massimo i primi giorni di ottobre tutti i nodi potrebbero tornare al pettine.

Dal 4 al 18 settembre la struttura rimarrà chiusa per far spazio alle opere di manutenzione e in questi giorni verranno risolte anche le criticità del tetto, visibili anche ad occhio nudo e finite sotto a lente d’ingrandimento dopo la denuncia del libero movimento “Prima Montevarchi” guidato da Luciano Bucci.

Ad affermarlo è stato il sindaco di Montevarchi Francesco Grasso, attivatosi in prima persona per risolvere la questione in tempi brevi. I tecnici del comune hanno già effettuato un sopralluogo ed hanno individuato la lastra della copertura che consente alla pioggia di entrare all’interno della piscina. Durante gli oltre 10 giorni di chiusura comunque il restyling interesserà la struttura a 360 gradi. Una manutenzione necessaria in vista della stagione al coperto, ma che potrebbe fare da preludio ad un prossimo passaggio di consegne. Anche se al momento la piscina è ancora gestita direttamente da Palazzo Varchi, infatti, l’amministrazione ha già deciso di emettere un bando pubblico per la metà di settembre.

Resta da decidere solo la modalità. Le opzioni sono due: o la vendita dell’impianto o la concessione pluriennale in appalto. Entro la prossima settimana la decisione. Il bando, sempre secondo le parole del primo cittadino, dovrebbe concludersi entro la fine di settembre e già nei primi giorni di ottobre potrebbe aprirsi il nuovo corso. Quindi sembra proprio esser arrivato il momento di voltare pagina per la piscina comunale di Montevarchi, una struttura finita troppo spesso nell’occhio del ciclone.