Sta per scadere (5 settembre 2011) il bando per la partecipazione al XIII Premio letterario “Tagete”, organizzato dall’omonima Associazione degli scrittori aretini e rivolto alle opere in lingua italiana pubblicate dal 2008 ad oggi da autori nati o residenti in provincia di Arezzo oppure da altri ovunque residenti ma inerenti aspetti del territorio aretino.

Il Premio si articola nelle sezioni principali di Narrativa, Poesia e Saggistica; le opere presentate saranno valutate da una commissione presieduta dal Prof. Alberto Mancini, membro del Consiglio direttivo dell’associazione e da tre sotto-commissioni costituite da illustri nomi dell’ambito culturale del territorio. Per ogni sezione verrà individuata una terna di finalisti a cui, durante una cerimonia nella Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo il 12 gennaio 2012, verrà consegnato il Premio Tagete, costituito da una statuetta artistica raffigurante il mitico dio etrusco.

 Nella stessa cerimonia verranno premiati i vincitori delle sezioni speciali: opera in vernacolo aretino, poesia e racconto breve inediti, questi ultimi suddivisi nelle ulteriori sezioni aperte a tutti e ai giovani dai 17 ai 25 anni.

Il bando, con le modalità di partecipazione e di consegna delle opere, è  scaricabile dal sito dell’Associazione.

L’Associazione TAGETE, costituita ad Arezzo nel 1997 per iniziativa di alcuni simpatizzanti agli aspetti culturali del territorio, si propone di valorizzare la produzione letteraria, poetica, saggistica e di promuovere la diffusione della cultura espressa dagli Autori aretini. L’organizzazione del “Premio Tagete” costituisce l’impegno più rilevante, ma l’Associazione cura e organizza eventi culturali di vario genere.

L’Associazione è governata dall’assemblea generale dei soci che si riunisce annualmente in seduta ordinaria per discutere la relazione del presidente e stabilire le linee guida dell’attività; a scadenza biennale vengono rinnovati gli organi sociali, eleggendo il presidente e il Consiglio direttivo.

 La maggioranza dei soci è di Arezzo e ovviamente nel capoluogo si tengono quasi tutte le iniziative promosse dall’Associazione; si auspica pertanto un interesse da parte di autori e simpatizzanti valdarnesi, che sappiamo essere in buon numero, in modo da poter dar vita anche nella nostra vallata a eventi culturali organizzati da Tagete.

Mauro Olmastroni