Reggello ha una nuova biblioteca comunale.

Dopo tre anni di lavori, alla presenza del  Sindaco Sergio Benedetti, del Vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione Cristiano Benucci, dell’Assessore alla cultura Maria Pia Babini e dell’Assessore ai lavori pubblici Fabio Tirinnanzi sono stati inaugurati i nuovi locali; ha partecipato all’evento anche il disegnatore e vignettista Sergio Staino sulle note di Verdi eseguite dalla Filarmonica Giuseppe Verdi diretta da Massimo Cardelli.

La biblioteca nasce dal recupero di una casa colonica e dell’intera area circostante, meglio conosciuta come Casa del Roppa; arredi di ultima generazione rendono funzionale uno spazio dedicato allo studio e agli eventi culturali in programma.

I  locali della biblioteca ospitano anche uno spazio dedicato ai bambini: l’obiettivo di creare i presupposti di un primo approccio con il variegato mondo del libro.

La biblioteca, attrezzata con moderni sistemi informatici e collegamento wi-fi, dispone di una mediateca, di una sala conferenze e multimediale attrezzata e di due ampie sale di lettura, di cui una è stata intitolata a Carolina Lombroso Calò e ai suoi quattro figli, vittime nel 1944 della furia nazista che, rifugiati a Reggello, furono deportati nel campo di sterminio di Auschwitz.

Il piano seminterrato ospita l’Archivio storico che raccoglie documenti del territorio suddiviso in Archivio Preunitario(1470-1865), Archivio post unitario (1865-1950) e una sezione separata, comprendente la documentazione del periodo (1950-1970).

La biblioteca è aperta dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, negli stessi giorni dell’emeroteca che apre dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15.00 alle 18,30.

Maya Ungar