Personalmente mi tengo a una certa distanza da Facebook. Da una parte mi affascina dall’altra mi serve, dall’altra ancora mi fa molta paura. E’ uno strumento eccezionale sotto migliaia di punti di vista. Sotto altri invece la trovo una delle più importanti invenzioni tecnologiche di questo millennio per tenere sotto controllo le persone, per massificarle ancora di più, per rimbecillirle rendendole schiave e nello stesso tempo ancora più uguali, ancora più simili. Però, per chi fa questo lavoro ormai è divenuto indispensabile. In quel mare trovi pesci che in altri mari ormai non peschi più. In quel mare trovi marinai, barche e venti che altrove ti sogni. In quel mare trovi soprattutto corrispondenza. E’ quella che vorremmo da voi. Interagite, scriveteci, segnalateci eventuali disagi, curiosità, approfondimenti, anche tramite facebook, sul nostro profilo. Poi starà a noi cercare le forze e le possibilità, per remarvi incontro.

 

fb