Serie D

Secondo pareggio consecutivo per il Montevarchi che, dopo il Group Città di Castello, centra il segno X contro un’altra formazione umbra, lo Sporting Terni. Il rocambolesco 3-3 con cui si conclude la gara di Terni fa perdere ai rossoblù altri due punti preziosi verso la vetta della classifica, dato che la capolista Todi ottiene un’altra vittoria ed ora ha un vantaggio di 4 lunghezze sui ragazzi di mister Volpi. C’è da dire però che a sette minuti dal termine dell’incontro le Aquile erano sotto di 2 reti, ed il pari alla fine è un punto guadagnato. Pronti via e dopo 17 minuti i padroni di casa sono avanti 3-1: il momentaneo pari di Caligiuri non serve a frenare gli scatenati umbri che, nonostante l’espulsione di Bagnato vanno vicini al quarto gol. A sei minuti dalla fine dell’incontro, quando per il Montevarchi sembra ormai notte fonda, Raso accorcia le distanze, ed un minuto più tardi lo stesso giocatore rossoblù (all’ottava rete nelle ultime 5 gare) realizza il gol dell’insperato 3-3. E domenica prossima al “Brilli Peri” arriva il Castel Rigone: terza e quarta in classifica per la rincorsa al Todi.

Va al Sansepolcro il derby contro l’Atletico Arezzo: il 2-1 finale a favore degli ospiti relega l’Arezzo all’ultimo posto della classifica, in virtù anche del pari nel match fra Sestese e Monteriggioni. La formazione amaranto regala il primo tempo alla formazione biturgense: due reti al passivo ed un rigore fallito sullo 0-1 (con Rubechini che si fa neutralizzare il penalty dal portiere David) sono troppo, e non basta una buona ripresa ai giocatori di Fratini per rimontare lo svantaggio. Nei secondi 45 minuti l’Arezzo si getta all’assalto della porta ospite ed accorcia subito le distanze con Caleri: gli amaranto creano poi le occasioni per il pari, ma la porta bianconera resta stregata ed il Sansepolcro porta a casa i tre punti. L’Arezzo dovrà ora ripartire con la grinta del secondo tempo per cercare di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica, a cominciare dalla prossima gara in casa del Deruta.

Eccellenza

Domenica da incorniciare per le formazioni del Valdarno nel girone B del campionato di Eccellenza toscana: vincono in trasferta Castelnuovese e Gialloblù Figline, mentre si impone davanti al proprio pubblico la Rignanese. Tre successi preziosi che permettono di guardare con ottimismo al futuro anche in virtù della posizione in classifica delle compagini valdarnesi.

In una giornata caratterizzata dal maltempo (con due gare rinviate), prende una boccata d’ossigeno il Gialloblù Figline: i ragazzi di mister Ermini vincono (1-0) lo scontro salvezza in casa del Chiusi, scavalcando i senesi in classifica. Per i gialloblù, che centrano la terza vittoria esterna stagionale (mentre sono ancora a secco di successi al “Del Buffa”), decide il gol di Federico Mori a otto minuti dal termine dell’incontro. Vittoria fondamentale, anche in virtù del fatto che il Figline deve ancora osservare il proprio turno di riposo, ed alle sue spalle ci sono squadre (Soci e San Piero a Sieve) che devono recuperare anche il match non disputato per il maltempo. E domenica prossima è in programma il match Figline – Calenzano, appaiate in classifica a 13 punti.

Sorride pure la Castelnuovese (alla quale il successo mancava dal 24 ottobre, 2-1 a Sinalunga) che espugna (1-0) il campo del Pontassieve e torna al secondo posto della classifica in concomitanza con la Rignanese. Gli amaranto ottengono i 3 punti grazie alla rete messa a segno da Morandini al quarto d’ora della ripresa, nonostante le espulsioni nel finale di gara comminate a Giglioli e Ghizzani. I ragazzi di mister Brachi scavalcano la Sinalunghese (che pareggia sul campo della capolista) e riducono ad otto i punti di distanza dalla Sansovino (che ottiene il primo pareggio stagionale dopo 11 vittorie ed una sconfitta, e per la prima volta in questo campionato non trova la via del gol): è vero che è presto per poter parlare di rimonta, ma intanto un piccolo passo è stato fatto e questo servirà a dare più morale alla squadra.

La parola sorpresa ormai non si adatta più alla Rignanese, che prosegue nella sua striscia di risultati positivi e si impone per 2-0 sul Sangimignano, avversario di indubbio spessore tecnico e candidata alla vigilia del torneo per la vittoria finale. I biancoverdi volano al secondo posto (al pari della Castelnuovese) ed ora, messe alle spalle le difficoltà di inizio stagione, possono iniziare a giocare per qualcosa in più rispetto ad una tranquilla salvezza. Le due reti che permettono il successo alla Rignanese portano la firma di Gori e Cintolo. I ragazzi di mister Coppi, che sono attesi domenica prossima dalla trasferta di Castlenuovo dei Sabbioni, sfideranno mercoledì 24 novembre a Rignano sull’Arno l’Albinia nella gara valevole per il ritorno dei quarti di finale della Coppa dilettanti (all’andata l’Albinia si impose per 2-1): un altro appuntamento di notevole importanza per la formazione del Valdarno.

Stefano Nonvel