La medicina dello sport in Toscana ha avuto un’ulteriore crescita a livello di qualità delle prestazioni grazie alla legge regionale 35/2003 che ha rafforzato le tutele dei cittadini che praticano sport agonistico e amatoriale.

La precedente legge, che risaliva al 1994, aveva avuto il merito di favorire la formazione di medici sportivi, di determinare la creazione di ambulatori medico sportivi pubblici e privati, e di contribuire alla diffusione tra gli operatori sportivi di una maggiore attenzione alla prevenzione ed alla salute degli atleti. Ma il progressivo sviluppo della medicina ha evidenziato la necessità di una disciplina aggiornata all’evoluzione della medicina nello sport, diventata ormai anche un utile supporto terapeutico per alcune patologie.

La nuova legge pone la distinzione tra pratica agonistica e non, disciplina le modalità per il rilascio delle certificazioni di idoneità alle attività sportive, e promuove la pratica sportiva e motoria per la prevenzione, il mantenimento ed il recupero di un buono stato di salute.

Gli obiettivi previsti da questa legge sono un innalzamento della qualità delle prestazioni, e riguardano principalmente:

il ruolo della medicina dello sport nella prevenzione, diagnosi, valutazione e cura di alcune patologie di carattere sociale, in quanto è ormai documentato il ruolo benefico della terapia fisica (come ad esempio per l’ipertensione, il diabete, l’obesità, l’osteoporosi);

la regolamentazione e la creazione di un sistema sanitario rivolto ad un complessivo miglioramento dei servizi e delle strutture, siano esse pubbliche o private;

l’individuazione dei meccanismi di controllo e funzionamento tali da generare un vero e proprio Osservatorio Regionale.

Con questa legge pertanto viene assicurata un’efficace prevenzione ai praticanti l’attività sportiva, a garanzia sia degli atleti che dei dirigenti sportivi, ai quali peraltro è assegnato anche il compito del controllo di legittimità delle certificazioni.

Infine nel 2004 la Giunta Regionale ha approvato il regolamento attuativo della legge sulla tutela sanitaria nello sport, in cui sono state stabilite le modalità di richiesta e di rilascio delle certificazioni mediche che abilitano alla pratica dell’attività sportiva.

Stefano Nonvel