E’ aperto il bando rivolto ai giovani agricoltori toscani, i quali potranno ottenere 40 mila euro come “premio insediamento”. I giovani agricoltori che possono richiedere questa somma devono avere un’età compresa fra i 18 compiuti e i 40 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda, e devono insediarsi per la prima volta come capo dell’azienda agricola.

La richiesta è possibile farla a partire da oggi fino al 30 aprile prossimo (ma poiché il 30 aprile cade di sabato la data di scadenza slitta al 2 maggio).

La misura, che dispone complessivamente di 2 milioni e 560 mila euro, è relativa all’annualità 2011 e vale sul Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 (misura 112-fase IV).

Il premio può essere utilizzato per tutta una serie di attività, come l’acquisto di terreni agricoli, l’acquisto, la ristrutturazione o l’ampliamento di fabbricati agricoli, l’acquisto di nuovi macchinari o attrezzature. Sono ammissibili anche spese per il miglioramento fondiario, di prati e pascoli, per la risorsa idrica, ma anche investimenti come corsi di formazione, consulenza, certificazioni di processo, valorizzazione dei prodotti.

Non sono ammissibili invece spese per l’acquisto di materiali usati, attrezzature e materiale di consumo (concimi, sementi, carburante, ecc), mezzi di trasporto.

Le domande vanno indirizzate, per via telematica usando l’apposita modulistica, all’ARTEA, l’agenzia regionale per le erogazioni in agricoltura (www.artea.toscana.it).

“Queste misure – ha sottolineato l’assessore all’agricoltura Gianni Salvadori – vanno nella direzione di incentivare il ricambio generazionale in agricoltura, che è indispensabile in Toscana dove l’età media è di 62 anni e i giovani rappresentano appena il 6-7 % della forza totale.

Con il nuovo “pacchetto giovani” che stiamo per varare le misure a sostegno di queste attività saranno ulteriormente incrementate. Complessivamente ci saranno a disposizione 30 milioni per i giovani agricoltori”.

Al via le domande anche per il prepensionamento di imprenditori agricoli over 55 anni (50 per le donne). Anche questa è una misura (113 – fase IV) del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 ed ha una dotazione complessiva di circa 400 mila euro per gli anni 2010-2011. Si tratta di un intervento che garantisce un reddito agli imprenditori che passano la mano ad un giovane, con l’obiettivo di ringiovanire la forza lavoro e incrementare le dimensioni aziendali.

Chi rileva l’attività deve essere un imprenditore agricolo con meno di 50 anni o un giovane che si insedia per la prima volta con i requisiti della misura prevista per il “premio di insediamento giovani agricoltori”. A chi va in “prepensionamento” viene riconosciuto un premio annuo di 9 mila euro, con l’aggiunta di 600 euro ad ettaro, fino ad un massimo di 18 mila euro all’anno, per un massimo di 15 anni, non oltre il compimento dei 70 anni.

Anche in questo caso le domande vanno presentate ad ARTEA.

Maggiori dettagli e i bandi integrali sono disponibili sul BURT, il bollettino ufficiale della Toscana n5. del 2-2-2011 parte III.

Patrizia Centi