Scrivere è un’arte, e le arti possono essere apprese. Il modo migliore per farlo, come ben sapevano nel Rinascimento, è “andare a bottega” da un professionista: innanzi tutto per imparare le tecniche di base attraverso la pratica, ma anche per scoprire come lavora, confrontarsi con lui, condividere e mettere in discussione la nostra esperienza.

Il caffè letterario Fahrenheit 451 propone un laboratorio intensivo (sabato+domenica, per un totale di 12 ore di lavoro) di scrittura creativa, tenuto da uno scrittore professionista di fama nazionale. Il corso si svolgerà all’interno dei locali della libreria nell’arco di un fine settimana, e sarà incentrato sulla pratica della scrittura, con laboratori in tempo reale, discussione dei testi scritti dai partecipanti, analisi dello stile e della forma di classici antichi e contemporanei, e un excursus sul mondo editoriale italiano.

Le date previste sono sabato 18 e domenica 19 aprile dalle 14 alle 20 in entrambi i casi.

Chi fosse interessato è pregato di inviare un’email di conferma o chiamare lo 055/9110722.

Costo: euro 120.

Numero massimo iscritti: 15.

Vanni Santoni (Montevarchi, 1978), è uno dei più acclamati scrittori dell’ultima generazione. Il suo romanzo “Gli interessi in comune” è stato pubblicato nel 2008 da Feltrinelli riscuotendo un notevole successo di pubblico e di critica.

Prima de “Gli interessi in comune” ha pubblicato il libro “Personaggi precari” (RBG 2007), vincitore del Gran Premio Scrittomisto per il miglior blog italiano, e tradotto in Francia e negli USA.

E’ fondatore del progetto SIC – Scrittura Industriale Collettiva, presentato nel 2007 alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, per il quale svolge quotidianamente il lavoro di direttore artistico ed editor.

Nel 2009 è stato insignito dalla Regione Toscana del premio selezione “Scrittore toscano dell’anno.”

Collabora regolarmente per l’edizione toscana del Corriere della Sera e per altre testate nazionali.