La Giunta di Figline Valdarno ha approvato l’altroieri lo schema di statuto dell’Unione del Valdarno fiorentino. Ora la competenza passa al Consiglio Comunale che dovrà discutere e deliberare in proposito nelle prossime settimane

“E’ il momento di partire. Sono sempre più convinto – spiega il Sindaco di Figline Riccardo Nocentini- che stiamo compiendo una grande innovazione che porterà benefici importanti a tutti i cittadini, sia sotto il profilo dell’efficacia che dell’efficienza della macchina amministrativa. Si tratta della migliore risposta politica che il Valdarno può dare ai continui tagli operati ai bilanci degli enti locali”.

“Il Valdarno – continua Nocentini – ha lo stesso tessuto sociale ed economico ed ha cominciato da tempo una stretta e proficua collaborazione istituzionale. Alle ormai storiche funzioni associate (la Polizia Municipale e la Segreteria Generale) abbiamo di recente affiancato la gestione associata della Protezione Civile. Attraverso l’Unione dei Comuni potremmo gestire in maniera associata le risorse umane, i servizi informativi e tante altre funzioni. In questo modo genereremo economie di scala e riusciremo ad aumentare il livello dei servizi che forniamo ai cittadini”.

“Quella che fino a qualche tempo fa – conclude il Sindaco – sembrava solo un’idea sta per diventare una realtà. L’Unione dei Comuni del Valdarno rappresenta la più grande innovazione politico amministrativa che il nostro territorio abbia mai vissuto e sono convinto che tra qualche anno saranno tanti, in Toscana e non solo, i comuni che seguiranno la strada che noi, tra i primi, stiamo intraprendendo. L’Unione dei Comuni è un progetto aperto. In ogni momento potranno unirsi a noi altri comuni che adesso non sono nelle condizioni di partire e dicendo questo guardo anche fuori del Valdarno”.