Nel Valdarno l’obiettivo emergente dello sfruttamento di energie rinnovabili vince sulla crisi economica.

Lo dimostrano i dati di Power- one Italy spa azienda leader di Terranuova Bracciolini; un fatturato che dai 140 milioni e 542 dipendenti del 2009 è passato ai 580 milioni e 1.140 dipendenti del 2010.Dati significativi se si considera la crisi economica in atto che ha costretto molte aziende alla chiusura o alla cassa integrazione straordinaria.

L’ azienda, la cui presenza nel Valdarno, come sede staccata della società fiorentina Arco risale al 1968, seppur sotto una diversa connotazione societaria ha diversificato più volte l’impostazione produttiva: il successo viene raggiunto con l’acquisizione dell’azienda da parte di Power – One italy spa.

E’ il momento dell’utilizzo di energie rinnovabili e la nuova nata sceglie di produrre per il fotovoltaico e l’ eolico.Dal 2006 ad oggi Power-One ha raggiunto il secondo posto nella classifica mondiale dei produttori di inverters: dispositivi altamente tecnologici che convertono la corrente continua in corrente alternata.

Nella sede di Terranuova Bracciolini opera un team di ricerca e di marketing di alto profilo; lo stesso standard di professionalità comune alle sedi produttive presenti Slovacchia, Cina e Ungheria.Efficiente in termini di raccolta dati i servizi clienti attivi in Spagna, Inghilterra, Francia, Germania, in fase di organizzazione i branch offices in Grecia.

Ricerca e formazione alla base del rapido sviluppo di Power-One: costante e proficua la collaborazione con le Università di Pisa e di Firenze attraverso la sponsorizzazione dei corsi e l’assegnazione di borse di studio riservate a studenti di ingegneria elettronica analogica.

Le previsioni per l’immediato futuro: un ulteriore incremento del fatturato nel 2011/2012 pari al 15% !

Sara Bracchini