GIOVEDI’ 24 GENNAIO 

Serata jazz : alle 21,30, appuntamento musicalecon “Gianmarco Scaglia jazz trio”.

Enorme la soddisfazione nel presentare al pubblico un trio formato da professionisti di altissimo livello quali Aldo Viti (batteria), Fabrizio Mocata (pianoforte) e Gianmarco Scaglia (contrabbasso).Saranno proposte composizioni originali e brani “jazz standards” del repertorio americano. 

SABATO 26 GENNAIO 

Conferenza : alle 21,30, si cambia decisamente registro rispetto alla consueta attività del caffè letterario “Fahrenheit 451”.

Il dottor Giovanni Sias e la psicanalisi nella cultura occidentale 

Considerare, dopo circa un secolo dalla sua invenzione, l’incidenza della psicanalisi nella cultura enella storia, è un modo di ritrovare e ripercorrere il motivo originario che la produsse e che determinòla sua occorrenza nella civiltà occidentale.

Da quel momento le cose cambiarono nella vita degli uomini, perché fu loro offerto un’altraprospettiva dalla quale osservare se stessi e l’esistenza in generale.

Il dottor Giovanni Sias lavora a Milano e Firenze, oltre ad essere membro del “Movimento Nodi Freudiani”.

DOMENICA 27 GENNAIO 

Alle 17,30, appuntamento con “La rondine dell’anima”, seconda stagione teatrale per bambini.

Il corvo e la volpe messo in scena da Patrick Pinchon Il Fahrenheit 451 propone “Il corvo e la volpe” di Lafontaine a cura di Patrick Pinchon.

“C’erano una volta, nel bosco magico, un corvo ed una volpe”.

L’elegante signor corvo, cantando evolando tranquillamente da un ramo all’altro, cova e protegge il suo uovo. Ma all’ora di pranzo,uscita dalla tana, borsa e pancia vuota, arriva la volpe! Per una volpe affamata, vale sempre la penadi correre rischi se l’obiettivo è un bell’uovo.

Uno spettacolo poetico per tutta la famiglia. L’artista francese mescola giocoleria, acrobazia, equilibrismo e musica in un universo fantastico. La fiaba di Lafontaine riletta in chiave circense. 

Ingresso gratuito.