Sono in corso d’opera i lavori per il consolidamento della scuola media del Matassino, che lo scorso 29 aprile fu interessata dal cedimento di alcune tamponature esterne. Dopo una serie di verifiche condotte per scongiurare altre complicazioni strutturali (comprese le analisi antisismiche) il Comune di Figline ha iniziato nel mese di agosto i lavori di ristrutturazione, che consistono nell’ingabbiare le pareti esterne della struttura con reti metalliche, che poi saranno rivestite con betoncino.

Al momento la ditta incaricata di eseguire i lavori sta concludendo l’intonaco in corrispondenza dell’ingresso della scuola, in modo da consentire la ripresa dell’attività scolastica (14 settembre) in totale sicurezza: fino alla fine di settembre, invece, la ditta provvederà a sistemare le altre pareti esterne della scuola. Nel frattempo le zone non ancora sanate saranno tenute in sicurezza: l’accesso sarà impedito dalla presenza del cantiere e delle transenne posizionate già all’indomani del crollo della parete.

“Abbiamo cercato di impiegare il minor tempo possibile per l’avvio dei lavori – ha detto il sindaco Riccardo Nocentini – e questo permetterà agli alunni, agli insegnanti e a tutto il personale della scuola di iniziare un nuovo anno scolastico in completa sicurezza”.

Ricordiamo che ad essere interessata dal cedimento – avvenuto il 29 aprile scorso – fu una contro-parete esterna di circa 16 metri quadrati. Sul posto intervennero subito i tecnici del Comune di Figline che, dopo uno scrupoloso sopralluogo, decisero di interdire al passaggio il perimetro che si affaccia sulla pista di atletica leggera. All’interno della scuola invece non registrarono danni, tanto che il Comune di Figline Valdarno confermò l’agibilità del plesso garantendo lo svolgimento dell’attività didattica.